Trittico . Cantillazioni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
4- Amalia Franco - CANTILLAZIONI

PRIMA ASSOLUTA

Amalia Franco, Anna Moscatelli e Renata Frana (IT)

Opera in tre miniature: Miniatura della notte, Miniatura del mattino, Miniatura del meriggio o tramonto.

“Cantillazioni” pone il proprio discorso nel vacillamento del soggetto sul crinale di due culture differenti, la nostra occidentale e quella indiana, tramite la contaminazione di diversi codici espressivi, quali la danza, il teatro di figura e la musica classica indiana. È un sorpasso a destra, citazione scorretta di un complesso sistema simbolico che volge all’attivazione di un cortocircuito della referenzialità. Non cerchiamo altri simboli, un’altra metafisica, un’altra saggezza, quanto piuttosto l’incrinatura del simbolo, una scossa del senso che permetta nuovo movimento.

Tre artiste indipendenti si riuniscono intorno al progetto Cantillazioni ponendo a servizio e nutrimento dell’opera le proprie specificità e percorsi personali.

Amalia Franco

lavora sulle contaminazioni tra danza, marionette ibride e maschere espressive che realizza lei stessa. Lavora come artista indipendente, e collabora con il Teatro del Lavoro e La barca dei matti, IfOperetor production.

Anna Moscatelli 

consegue il BA (Hons) Dance Theatre Honour Degree presso il TrinityLaban Conservatoire of Music&Dance di Londra, danzando per Kirstie Simpson (UK) e Joclecio Azevedo (PT). Attualmente danza per Sosta Palmizi, I Nuovi Scalzi, La luna nel letto, Senza Piume Teatro.

Renata Frana 

si dedica alla musica e all’arte visiva. Strumentista di musica classica indiana e afghana. Co-fonda il duo KU, suona nel progetto Hartmann e accompagna alla dilruba il maestro Usta Daud Khan Sadozai. Frequenta regolarmente i seminari della scuola Labyrinth fondata dal celebre musicista Ross M. Daly a Creta.

Work in three miniatures: Miniature of the night, Miniature of the morning, Miniature of the noon or sunset.

“Cantillazioni” investigates in the waver of the subject on the ridge of two different cultures, our western culture and Indian one, through the contamination of different expressive codes, such as dance, puppetry and Indian classical music. It is an overtaking on the right, an incorrect quotation of a complex symbolic system that turns to the activation of a short circuit of referentiality. We are not looking for other symbols, another metaphysics, another wisdom, but rather the cracking of the symbol, a shock of the sense that allows new movement.

Three independent artists gather around the Cantillazioni project, placing their specificities and personal paths at the service and nourishment of the work.

Amalia Franco 

works on the contaminations between dance, hybrid puppets and expressive masks that she creates herself. She works as an independent artist, and collaborates with the Teatro del Lavoro and La barca dei matti, IfOperetor production.

Anna Moscatelli 

achieves the BA (Hons) Dance Theater Honor Degree at the TrinityLaban Conservatoire of Music & Dance in London, dancing for Kirstie Simpson (UK) and Joclecio Azevedo (PT). She currently dances for Sosta Palmizi, I Nuovi Scalzi, La Luna nel letto and Senza Piume Teatro.

Renata Frana 

is dedicated to music and visual art,she is instrumentalist of Indian and Afghan classical music. She co-founds the duo KU, plays in the Hartmann project and accompanies the master Usta Daud Khan Sadozai to the dilruba. She regularly attends the seminars of the Labyrinth school founded by the famous musician Ross M. Daly in Crete.

Martedì 27/10 – Teatro
Mercoledì 28/10 – Teatro

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram